Flame Boss 100 SMOKER CONTROLLER - Parte I - Unboxing

Flame Bossimg_7082img_7079

La tua passione sono le affascinanti Low & Slow ma non hai mai abbastanza tempo da dedicargli? Ti piace affrontare le lunghe cotture senza problemi di stabilizzazione in modo da poterti dedicare alla famiglia, agli amici o al semplice relax?

Flame Boss 100 è quello che fa per te….una ventola gestita da un controller molto performante che ne gestisce il flusso e la velocità, che grazie ad una sonda inserita in camera di cottura immette aria forzata al suo interno in modo da raggiungere la temperatura impostata.

Il Flame Boss 100 si presenta in una confezione trasparente, semplice, ben organizzata e dalle dimensioni contenute…non avremmo mai detto che al suo interno potessero trovarsi tutte le componenti e adattatori necessari per la connessione ad uno smoker o ad una valvola a sfera da 3/4” non fornita dal produttore.

Il kit è composto da:

Flame Boss

Kit Flame Boss 100

  • Controller PID con auto apprendimento per una gestione della temperatura più veloce e semplice.
  • N. 2 sonde al Platino per una miglior precisione delle rilevazioni delle temperature e per una maggior durata.
  • Alimentatore 220v EU.
  • Ventola universale
  • Adattatore Smoker/kettle con bulloneria
  • Adattatore per valvola a sfera 3/4”
  • Sticker Flame Boss
  • Manuale d’uso in lingua inglese

Confezione

whatsapp-image-2016-12-19-at-16-22-16whatsapp-image-2016-12-19-at-16-22-16-1

whatsapp-image-2016-12-19-at-16-22-16-2whatsapp-image-2016-12-19-at-16-22-16-3

Aprendo il pacchetto troviamo immediatamente il cuore pulsante del controller, il PID è realizzato in materiale plastico con una staffa di fissaggio in metallo verniciato che ne permette l’orientamento, ha tre tasti che consentono di gestire le opzioni..gli accoppiamenti e l’assemblaggio delle componenti sono perfetti, ha un peso contenuto e un ampio display LCD. Nella parte inferiore della confezione troviamo l’alimentatore, la ventola, l’adattatore universale per connessione a smoker/kettle ed i relativi accessori di fissaggio…possibilità di due tipologie di connessioni…due termoresistenze al platino, manuale d’uso, avvertenze e adesivo pubblicitario.

Controller

whatsapp-image-2016-12-19-at-16-17-12whatsapp-image-2016-12-19-at-16-17-10-1

 whatsapp-image-2016-12-19-at-16-17-10whatsapp-image-2016-12-19-at-16-17-11

Il controller PID del FlameBoss 100 ci permette di gestire il flusso di aria forzata all’interno del l’affumicatore, di impostare allarmi sonori, di monitorare il cibo in cottura, di impostare un timer e tante altre opzioni grazie a dei parametri personalizzabili.

Abbiamo acceso il PID semplicemente connettendolo alla rete elettrica grazie al suo alimentatore per vedere il Flame Boss 100 prendere vita, successivamente da sinistra a destra abbiamo connesso la ventola, la sonda PIT e infine la sonda MEAT. La schermata iniziale è più che esaustiva, di facile interpretazione e di chiara lettura grazie al display LCD regolabile dove troviamo la temperatura impostata del dispositivo, la temperatura attuale del dispositivo, la percentuale di funzionamento della ventola che gestisce l’aria e l’attuale temperatura della carne..in un’unica schermata abbiamo tutto il necessario per conoscere lo stato reale della cottura.

Il controller inoltre può variare la velocità della ventola che permette di stabilizzare e gestire accuratamente la temperatura interna dello smoker con bassissimi margini di errore..raramente si trova questa tecnologia su un controller che generalmente sono solo ON/OFF.

Il controller è inoltre dotato di staffa metallica verniciata per offrire la possibilità di fissaggio su un tavolo o parete onde evitare cadute accidentali e di regolare l’angolazione tramite delle viti di serraggio al fine di migliorare la leggibilità del display.

Inoltre il controller dispone di memoria che in caso di mancanza di corrente elettrica riprenderà il suo normale funzionamento con i parametri impostati all’ultimo utilizzo.

N.b. Nella schermata principale con i tasti ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile modificare la temperatura del dispositivo senza dover entrare nelle opzione del menu e ad ogni pressione un asterisco segnalerà che la temperatura è stata modificata.

MENU

Ad ogni pressione del tasto ‘MENU’ è possibile selezionare un’opzione e con i tasti ‘UP’ e ‘DOWN’ variarne lo stato..il MENU è così composto:

– TIMER SET (impostazione timer): ad ogni pressione dei tasti ‘UP e ‘DOWN’ è possibile incrementare o diminuire il timer con step di +/- 0:15 minuti.

(preimpostato a 0:05:00)

– TIMER START/STOP (timer acceso/spento): con ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile far partire o interromper il TIMER.

(preimpostato su OFF)

– MEAT ALARM (allarme carne): con ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile selezionare una delle seguenti opzioni:

  • OFF: allarme disabilitato;
  • ON: allarme abilitato al raggiungimento della temperatura MEAT impostata
  • ON + KEEP WARM: allarme abilitato al raggiungimento della temperatura MEAT impostata e cambio automatico della temperatura del dispositivo alla temperatura impostata su KEEP WARM

(preimpostato su OFF)

– PIT TEMP ALARM (allarme dispositivo): con ‘UP e ‘DOWN’ è possibile incrementare o diminuire con step di 1°F/°C il range di temperature oltre i quali l’allarme si attiverà.

(preimpostato su OFF)

– MEAT DONE TEMP (temperatura obiettivo carne): con ‘UP e ‘DOWN’ è possibile incrementare o diminuire la temperatura della carne con step di 1°F/°C.

(preimpostato su 195°F)

(mostrato solo con allarme carne impostato)

– KEEP WARM TEMP (temperatura di mantenimento):  con ‘UP e ‘DOWN’ è possibile incrementare o diminuire la temperatura di mantenimento con step di 1°F/°C.

(mostrato solo con KEEP WARM attivato)

(preimpostato su 200°F)

– SOUND (allarmi sonori)

  • CHIRPS + ALARM (cinguettio + allarme)
  • CHIRPS ONLY (solo allarme)
  • OFF

(preimpostato su CHIRPS + ALARM)

– LCD CONTRAST (contrasto display LCD):con ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile variare il contrasto del display

(preimpostato a 35)

– TEMP SCALE (scala di temperatura): ad ogni pressione dei tasti ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile scegliere la scala di temperatura:

  • °C
  • °F

(preimpostato su °F)

– OPEN PIT PAUSE (pausa con coperchio aperto): con ‘UP’ e ‘DOWN’ è possibile aumentare o diminuire il tempo di pausa della ventola in caso di apertura coperchio ad intervalli di 00:01…rilevando un abbassamento repentino delle temperatura all’interno del dispositivo il controller attenderà il tempo da noi impostato prima di riprendere ad immettere aria qualora necessario.

(preimpostato su 01:00)

– FACTORY RESET (ripristino impostazioni di fabbrica): premendo tre volte il tasto ‘UP’ è possibile ripristinare tutte le impostazioni ai valori originali.

– FIRMWARE: mostra la versione del controller, Flame Boss 1.75

SONDE

whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-3whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-4 
whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-1whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-2

Il Flame Boss 100 per una stabilizzazione chirurgica si avvale di 2 termoresistenze con cavi da 2 metri , quella PIT ha una pinzetta a coccodrillo per l’ancoraggio alla griglia di cottura mentre quella MEAT ha la particolarità di avere alla giunzione cavo/sonda una molla che dovrebbe proteggerla dal piegarsi e dallo spezzarsi. Il vantaggio di avere sonde RTD al platino, con protezione in acciaio inox e rivestite in PTFE (Teflon) sono che garantiscono rilevazioni più accurate delle temperature, risultano molto stabili e offrono per una maggior durata…ovviamente sono anche più costose.

N.B. Si consiglia di evitare di esporre cavi al fuoco diretto, di non farle entrare in contatto con le braci e se necessario proteggere il cavo con carta alluminio.

VENTOLA
whatsapp-image-2016-12-21-at-10-52-14-1
whatsapp-image-2016-12-21-at-10-52-14-4

whatsapp-image-2016-12-21-at-10-52-14-5whatsapp-image-2016-12-21-at-10-52-14-3

 Il Flame Boss 100 si avvale di una ventola radiale in materiale plastico, presenta una cover inox da un lato mentre dal lato opposto non è presente in modo da permettere l’aspirazione dell’aria. Ad una estremità ha un tubo tondo che ne permette la connessione a pressione sugli adattatori tramite inserto con sfera a  pressione…semplice essenziale e funzionale.

Velocità variabile di 6,5 CFM (dato non ufficiale)

ADATTATORE

whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-7

Adattatore valvola a sfera 3/4″ e per adattatore universale

whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-6

Adattatore universale

Gli adattatori presenti nel kit consentono due tipi di connessione, sono molto semplici da installare e riescono ad adattarsi a moltissimi tipi di smoker, kettle, Ugly Drum Smoker, Offset ecc. senza dover avere un adattatore per ogni dispositivo, solo il Kamado necessita di un adattatore dedicato altrimenti con quelli in dotazione nel kit UNIVERSAL si può stare tranquilli di avere ampia compatibilità.

Flame Boss 100 SMOKER CONTROLLER - Parte II - Connessione

Ecco arrivato il momento di connettere il nostro controller al dispositivo tramite gli adattatori compresi nella confezione e come anticipato nell'unboxing ci sono diverse possibilità per farlo:

  1. Tronchetto filettato (Kettle/universale tranne Kamado)
  2. Copetta (ideale per Bullet Smoker)

 

Kettle/Universale

whatsapp-image-2016-12-21-at-10-50-58-7
Adattatore kettle universale 3/4"

img_7246img_7247img_7250img_7249img_7248img_7251img_7265img_7262img_7254img_7256img_7257img_7259

Per connettere il FB100 a qualunque grill/smoker/off-set/Ugly Drum Smoker, eccetto i Kamado, è quello di fare un foro con una fresa a tazza da 3/4", eliminare la sbavatura con una punta conica o una lima, inserire il tronchetto filettato dall'interno e fissarlo con la ghiera fornita..nessun limite di compatibilità con questa soluzione.

Una volta installato il tronchetto filettato basterà connetterci la ventola con un semplice gesto deciso, grazie all'inserto a sfera la ventola si terrà in posizione evitandone rimozioni indesiderate....adesso siamo davvero pronti a dar fuoco alle polveri.

Alternativa con valvola a sfera da 3/4"

img_7267img_7261
Valvola 3/4"

img_7269img_7270
Valvola 3/4"

Un'alternativa molto funzionale, pratica, economica e senza ulteriori fori oltre a quello già effettuato..la consigliamo vivamente..è quello di utilizzare una valvola a sfera da 3/4" che avvitata direttamente al dispositivo e fissata con la ghiera fornita, un dado, una curva o altro permette la connessione della ventola utilizzando il tronchetto filettato come riduzione alla valvola.

Così facendo la nostra ventola potrà essere connessa senza problemi e soprattutto sarà possibile determinare tramite la leva la quantità di aria in ingresso nel nostro cooker una volta stabilizzato in quanto non avendo un sistema di chiusura della ventola in modalità OFF ci sarà sempre un minimo di aria aspirata che inevitabilmente potrebbe alimentare le braci, la valvola costituisce la soluzione ideale per determinare quanta aria far entrare nel kettle. Inoltre la valvola a sfera ci consentirà di chiudere l'ingresso quando non useremo il controller e di installare infinite valvole da 3/4" su ogni nostro dispositivo e di avvitarci di volta in volta solo il tronchetto filettato che ci servirà da adattatore evitando di doverlo rimuovere ogni volta da dentro il braciere sporcandoci.

Smoker

whatsapp-image-2016-12-27-at-14-53-59-1

whatsapp-image-2016-12-27-at-14-53-58whatsapp-image-2016-12-27-at-14-53-58-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-21whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-20whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-21-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-00-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-22whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-22-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-23whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-23-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-24whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-25

Il nostro kit universale Flame Boss 100 ci consente di connettere la ventola al braciere del dispositivo in modo semplice, veloce, intuitivo e senza dover forare o apportare modifiche al cooker.

Dalla sequenza delle immagini già si intuisce il procedimento da seguire ma andiamo a vedere passo passo la procedura da effettuare e infine vedremo anche un'alternativa con una valvola a sfera da 3/4".

Per l'istallazione su smoker come da manuale abbiamo bisogno di:

  • Coppetta convogliatrice
  • Tronchetto filettato
  • Ghiera
  • Vite
  • Dado
  • n.2 rondelle
  • Giravite a croce

Procediamo inserendo il tronchetto filettato dalla parte interna della coppette e fermiamolo con la ghiera...come visto nella procedura di connessione al kettle questo sarà il nostro punto di innesto della ventola.

Proseguiamo inserendo la vite con la rondella piccola nel foro della coppetta dalla parte esterna, apriamo una ventola dello smoker che ci permetterà di coinvogliare l'aria forzata all'interno dello smoker, inseriamo la vite attraverso uno dei quattro fori della ventola IN e fissiamo da dentro il braciere la coppetta in modo deciso con il dado e la rondella grande che fermeranno il tutto.

Dopo soli 5 minuti circa saremo in grado di poter collegare al dispositivo in modo stabile e sicuro la ventola del Flame Boss 100.

Alternativa con valvola a sfera da 3/4"

whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-00

whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-25-1whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-32

whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-33whatsapp-image-2016-12-27-at-14-54-34

L'alternativa proposta per la connessione al kettle con la valvola a sfera da 3/4" ci sentiamo di consigliarla anche per la connessione allo smoker tramite la coppetta convogliatrice, questo perché in caso di necessità o sui dispositivi molto piccoli dove l'aria aspirata dalla combustione seppur minima potrebbe generare un innalzamento della temperatura con la valvola si ha la possibilità di decidere quanta aria far passare semplicemente agendo sulla leva oppure di poter chiudere l'ingresso di aria e usare lo smoker senza gestore della temperatura elettronico.

Per questa alternativa abbiamo bisogno anche di una valvola a sfera da 3/4" che dovrà essere fissata direttamente alla coppetta dall'interno tramite la ghiera in dotazione al kit, successivamente avviteremo il tronchetto filettato dalla parte opposta per poterci installare la ventola..per fissare il tutto seguiamo la procedura descritta nella sezione precedente.

Confermiamo che per noi le soluzioni con valvola a sfera da 3/4" M/F sono le ideali per gestire la quantità di aria in ingresso e di chiudere l'accesso quando il controller non sarà connesso.

Flame Boss 100 SMOKER CONTROLLER – Parte III – Cottura

Dopo aver analizzato il Flame Boss 100 nei precedenti articoli adesso è arrivato il momento della prova del fuoco e vedere come reagisce agli innalzamenti o i cali di temperatura e come gestisce la stabilizzazione in base alle impostazioni.

Per il test del controller abbiamo pensato ad una cottura L&S preparando un capocollo di maiale da oltre 3 Kg cercando di portarlo a 94°C affumicandolo per la prima parte di cottura, usare la tecnica del Texas Crutch per una breve fase per intenerirlo e sciogliere il collagene e una lunga fase di asciugatura della superficie in avvicinamento alla temperatura obiettivo.

Dispositivo utilizzato

Per l’occasione abbiamo deciso di avvalerci di uno dei nostri primi prototipi realizzato su base Kettle 47 con stacker WeBBQ da 1 mm, con sportellino per accesso braci, supporti per due griglie di cottura, deflettore costituito da un sottovaso in terracotta del diametro di 40 cm rivestito con carta alluminio, charcoal ring inox 1 mm foro 10 mm, altezza 10 cm

Setup

 

Il setup utilizzato è il piu classico dei Minion Method, realizzato con carbone cubano cannellino con il quale abbiamo riempito il charcoal basket cercando ottimizzare lo spazio a disposizione e dando lo start con 7/8 pezzi di carbone ben acceso in ciminiera e successivamente posizionati sopra al carbone spento senza troppe attenzioni per dare il via al MM.

A circa 1/3 dell’altezza dello stacker abbiamo posizionato il sottovasdo di terracotta che ammorbidirà e uniformerà la temperatura in camera di cottura assorbendo calore e rilasciandolo lentamente, poi un vuoto di aria di circa 15 cm per favorire la circolazione del calore e del fumo, poi la griglia cottura con il capocollo e la sonda Flame Boss inserita al cuore, infine la  sonda PIT agganciata allo spillo del termometro del coperchio.

Come da manuale d’uso Flame Boss lasciamo le vetole OUT leggermente aperte per ridurre la velocità d’uscita del calore e tenere a bada la temperatura e chiudiamo totalmente le ventole IN in modo da lasciare il controllo totale dell’aria in ingresso esclusivamente al Flame Boss.

Condizioni ambientali

  • Teramo, Domenica 29 Gennaio 2017 ore 8.30
  • Cielo sereno
  • Temperatura esterna 8°C
  • Vento assente

Per la stabilizzazione dei dispositivi come di consueto cerchiamo di tenere in considerazione tutti i fattori esterni che andranno poi ad influenzare le nostre cotture e che determineranno il consumo del carbone….quindi l’autonomia e la temperatura della camera di cottura.

Una temperatura esterna molto rigida come nel nostro caso ci farà consumare più carbone che con una temperatura mite a parità di temperatura di cottura pertanto riempiamo al massimo il charcola ring.

Sempre la temperatura rigida esterna ci farà scegliere la quantità di carbone da usare come start per il MM…più la giornata è fredda maggiore sarà la quantità di carbone da accendere per raggiungere la medesima temperatura di cottura che non in una giornata calda.

L’assenza di vento ci fa scegliere di posizionare la ventola del Flame Boss perpendicolare al piano strada altrimenti sarebbe consigliabile un’istallazione parallela al piano strada in modo da evitare che il vento possa far girare la ventola o che entri facilmenti attraverso l’aspirazione della ventola.

Impostazioni Flame Boss 100

 

 

Le impostazioni scelte per il Flame Boss 100 sono le seguenti:

  • Temperatura PIT 110 °C
  • Meat Alarm On
  • Meat Done Temp 70°C
  • Pit Temp Alarm 9°C
  • Sound Chrips & Alarm
  • Open Pit Pause 1:00

La connessione al dispositivo l’abbiamo effettuata tramite una valvola a sfera da 3/4″ avvitata al braciere che ci consentirà in caso di necessità di parzializzare l’afflusso di aria in ingresso…scopri la procedura per la connessione.

Procedimento

Per la cottura abbiamo deciso di cospargere il capocollo con un rub molto semplice e di limitare gli interventi al minimo così come abbiamo deciso di non effettuare injection, non fare la salamoia, non spruzzare nulla sulla superficie durante la cottura ma solo di effettuare una breve parentesi all’interno della lentissima cottura avvalendoci del Texas crutch per saltare la fase di stallo per poi asciugare il bark. In questo modo si riesce a valutare realmente quanto sia determinante una temperatura bassa e lineare per tutta la durata della cottura compresa la fase del Texas crutch.

Per la stabilizzazione abbiamo già visto le impostazione del controller elettronico della temperatura, il modo scelto per la connessione al dispositivo, il setup delle ventole e decidiamo di affidare a lui anche la stabilizzazione iniziale anziché farlo manualmente e poi connettere il controller ci siamo affidati completamente a lui lasciandogli il compito di raggiungere la nostra temperatura obiettivo.

Grazie alla sonda molto precisa e veloce il Flame Boss riesce a monitorare la temperatura istantaneamente rilevando i minimi cambiamenti e parzializzando l’immissione di aria forzata sia in termini di numero di giri della ventole che del tempo di accensione della stessa….all’avvicinarsi alla temperatura impostata il controller effettua micropause per le rilevazioni per poi riprendere il funzionamento in base alle impostazioni e in base all’apprendimento delle sessioni precedenti facendo delle previsioni. Infatti al con ventola al 100% abbiamo notato che immettendo aria all’interno del dispositivo questo si raffredda in quanto l’aria calda esce ma grazie alle pause e alla velocità di lettura della temperatura il controller decide cosa fare, inoltre nonostante il raggiungimento e il superamento della temperatura impostata capita che la ventola continui a girare in quanto il controller per esperienza sa che per stabilizzarsi alla temperatura scelta non è sufficiente raggiungerla anche per 1 secondo ma posizionarsi al di sopra della stessa per poi accertarsi di essere stabile.

Questo è un enorme vantaggio rispetto alla maggior parte dei controller soprattutto homemade perché questi avendo solo la funzione ON/OFF e di interrompere il flusso di aria solo al raggiungimento delle temperatura desiderata continueranno all’infinito a soffiare aria per aumentare il calore ma il flusso inevitabilmente lo raffredderà con la conseguenza di aver innescato troppo le braci e il superamento eccessivo delle temperatura obiettivo….ecco perché si preferisce stabilizzarlo manualmente per poi lasciare il lavoro sporco al controller.

La stabilizzazione del dispositivo effettuata dal controller è chirurgica, con parzializzazione della velocità della ventola e regolazioni del tempo di funzionamento che lo rendono iperefficiente e imbattibile…una volta che il Pit sarà stabile sul display visualizzeremo il messaggio PIT TEMP MONITOR ACTIVE il che significa che non appena supereremo i range di tolleranza massima o minima della temperatura il controller attiverà l’allarme.

Se invece la temperatura salirà troppo ed entro un certo lasso di tempo impostato dalla casa madre non si rilevano abbassamenti il Flame Boss ci consiglierà di chiudere le ventole superiori ancora un pò visualizzando il messaggio CLOSE TOP VENT MORE….messaggio visualizzato in altro nostro test.

Una volta che il dispositivo è stato stabilizzato abbiamo inserito sulla griglia superiore il capocollo con la sonda FOOD al cuore e lasciato cuocere a 110°C fino al raggiungimento del bark da noi desiderato e precisamente al raggiungimento dei 72°C interni così siamo poi passati alla fase del foil avvolgendo il capocollo in carta alluminio con un minimo di aceto di mele per aiutarlo a salire di temperatura in maniera più veloce lasciando comunque il Pit sempre a 110°C.

La prima fase è durata circa 6 ore a 110°C con il capocollo che partiva da circa 9°C con una temperatura esterna di circa 9°C e la temperatura del PIT è stata sempre molto stabile nonostante le prove effettuate per testare allarmi e sistema LID OFF.

Deciso quindi di passare in foil togliamo il coperchio e il controller rilevando un abbassamento repentino della temperstura interna della camera di cottura capisce che il coperchio è stato tolto e in base al tempo da noi impostato non immetterà aria all’interno finché non sarà trascorsa la pausa di ripresa lettura della temperatura della camera di cottura per poi decidere cosa fare. Considerata la temperatura di cottura non molto alta e la dimensione contenuta del dispositivo di cottura abbiamo deciso di impostare ad 1:00 minuto la pausa….in questo caso sul display leggeremo il messaggio OPEN PAUSE con il timer che ci indicherà il tempo rimanente prime di riprendere a soffiare aria.

Questa funzione è molto utile in quanto i sistemi homemade rilevando un abbassamento delle temperatura inizieranno ad immettere aria alimentando inevitabilmente le braci nonostante l’abbassamento di temperatura sia dovuto al coperchio rimosso e non da un vero e proprio abbassamento della temperatura pertanto una volta che andremo a rimettere il coperchio e il Pit riprenderà calore la temperatura sarà molto al di sopra di quella impostata. Altri sistemi invece nel caso di rimozione coperchio o comunque apertura sportello nel caso di un reverse flow attenderanno che la temperatura torni stabile prima di riprendere eventualmente a rialimentare le braci immettendo aria.

Secondo noi poter scegliere il tempo di PAUSA è un vantaggio perché in base alla durata dei nostri interventi e alle dimensioni del dispositivo si può personalizzare questo tempo, mentre in altri sistemi saremmo costretti ad attendere che la temperatura si stabilizzi prima che il controller riprenda a funzionare trovandoci impotenti davanti a Pit più pigri a riprendere temperatura.

La fase di foil con aceto di mele è durata circa 2 ore portando il nostro capocollo lentamente e a temperatura costante dai 72°C interni agli 84°C facendoci saltare lo stallo e sciogliendo lentamente quasi completamente il collagene che porterà quasi al collasso le fibre permettendoci di sfilacciare il pork una volta oltrepassati i 90°C.

Raggiunti gli 84°C interni decidiamo di rimettere il pulled in cottura senza foil in modo da ripristinare il bark ottenuto nella prima fase e di finire di sciogliere il collagene in modo da pullare agevolmente la carne…comunque sia restiamo incollati alla temperatura di cottura di 110°C garantita dal Flame Boss 100 che farà per noi questo lavoro senza la minima preoccupazione di oscillazioni della temperatura della camera di cottura che è stata precisa per tutta la giornata nonostante la temperatura esterna abbastanza bassa.

Ultimata la fase di asciugatura della superficie e ottenuto un bel bark croccante, non bruciato e lucido a 94°C durata poco più di 7 ore tiriamo fuori dallo smoker il nostro capolavoro e lo lasciamo riposare in teglia scoperto almeno un’ora prima di pullarlo per farlo intenerire un po’ e farlo scendere di temperatura.

Non avendo la necessità del mantenimento non ci siamo avvalsi della funzione KEEP WARM che avrebbe potuto mantenere la camera di cottura ad una temperatura stabilita in precedenza una volta raggiunta la temperatura al cuore desiderata.

A nostro avviso la funzione è molto molto valida e comoda per mantenere le pietanze in caldo ma soprattutto perché si può scegliere la temperatura di mantenimento e personalizzarla senza limiti, cosa che i controller homemade non hanno o situazione gestita diversamente rispetto ad altri controller in commercio a noi conosciuti che non ne danno la possibilità.

Giunti all’ultima lettura effettuata dal Flame Boss 100 con la sonda ancora infilzata nel capocollo procediamo al pullaggio con due forchette e senza il minimo sforzo scopriamo che sottom quel bark lucido e croccante si nasconde una carne morbida, succosa, tenera, saporita e dallo smoke ring che ci lascia sognare al solo sguardo sentori di affumicato che solo la cottura con uno smoker a carbone può regalarci.

Considerazioni finali

Dopo questa splendida giornata di L&S passata a contemplare il pork nelle varie fasi di cottura e il lento avanzamento della temperatura interna ci siamo davvero stupiti del funzionamento del controller che è risultato davvero semplice ed efficiente con la possibilità di gestione dei parametri di funzionamento personalizzando la cottura riducendo a zero gli errori.

Adoriamo il display ampio sul quale poter leggere a colpo d’occhio tutte le informazioni necessarie da conoscere immediatamente per renderci conto dello stato della cottura senza dover attendere transizioni o addirittura intervenire manualmente sul controller.

Che dire, amiamo vedere la percentuale di funzionamento delle ventola che piano piano riesce a fare micro regolazione per raggiungere e mantenere stabile lo smoker usandola anche solo per il 14% per essere di una precisione svizzera…..percentuale modificabile nel menù nascosto insieme ad altri parametri che studieremo più avanti.

Ci appassionano le letture rapide e veloci delle sonde sonde RTD al platino, con protezione in acciaio inox e rivestite in PTFE che rilevano anche i minimi cambiamenti delle temperature dandoci sempre e all’istante informazioni utili che poi saranno processate dal controller che sulla base delle letture in tempo reale, in base all’esperienza accumulata nelle sessioni precedenti e in base a delle previsioni future prenderà le decisioni necessarie affinché il nostro dispositivo di cottura resti sempre stabile.

Le funzioni KEEP WARM e la funzione WAIT-OPEN sono davvero portentose, la prima per regolare la temperatura di mantenimento della camera di cottura avendo la possibilità della massima personalizzazione, la seconda perché possiamo stabilire il tempo di attesa della ripresa del funzionamento della ventole nell’eventualità della rimozione del coperchio…….in questo modo abbiamo il controllo e la possibilità di regolazioni delle variabili in modo che il controller si adatti alle nostre esigenze e non il contrario.

Vedere i messaggi del controller sul display, funzione attivabile nel menù nascosto, che ci informa che durante la cottura il sistema ha imparato qualcosa che poi gli tornerà utile per il proseguimento della cottura e per le prossime sessioni di cottura per delle previsioni sempre più accurate non ha prezzo.

I LOVE MY FLAME BOSS

Manuale in inglese

Per info:
Mob. +39 3318684462
Shop: www.webbq.it
e-mail: shop@webbq.it

Scopri tutta la gamma su Mailgarden.it

Si ringrazia:
Mailgarden.it
Agenzia l’Agricola
Mvtina Bbq Academy

Flame Boss